eGovernment

  • Riforma PA: nuovo codice dell'amministrazione digitale. Approvato dal CdM il nuovo CAD: le novità del codice dell’amministrazione digitale. Approfondimenti: http://www.funzionepubblica.gov.it/articolo/riforma-della-pa/10-02-2016/codice-dellamministrazione-digitale

  • Mercato unico digitale: consultazione pubblica sui servizi pubblici digitali.

    La Commissione Europea ha lanciato venerdì 30 ottobre 2015 una Consultazione pubblica sui servizi pubblici  digitali, aperta fino al 21 gennaio 2016.Comunicato stampa della Commissione  Approfondimenti sul sito EurActiv alla pagina dedicata: http://ow.ly/U7tdl

  • Firmato il Protocollo d'Intesa per l'ottimizzazione dei rapporti dei cittadini con le P.A.

    In data 8 ottobre 2013, a Roma il Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione D'Alia firma con il direttore della Gazzetta Amministrativa Michetti ed alla presenza del Capo Dipartimento Naddeo il “Protocollo d'Intesa per l'ottimizzazione dei rapporti dei cittadini con le P.A. attraverso il coordinamento, la standardizzazione e la diffusione di modelli e strumenti di innovazione tecnologica diretti allo sviluppo del Paese”. Con questo protocollo nascono nuovi progetti tra cui il quotidiano online denominato "Quotidiano della P.A." che sarà un organo di informazione al servizio di tutte le Amministrazioni Pubbliche per rendere note le opportunità che lo Stato offre a cittadini ed imprese. Entro fine anno la nuova testata verrà ufficialmente presentata dal Ministro e diffusa su tutto il territorio nazionale.                      Approfondimenti: http://www.gazzettaamministrativa.it/opencms/opencms/_gazzetta_amministrativa/_immagini_di_repertorio/ firma_protcollo_dalia.html      

  • Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha firmato il Decreto Crescita 2.0, che andrà in pubblicazione in Gazzetta Ufficiale nelle prossime ore.
    Scarica il Testo integrale

  • ICT: cresce l'uso delle tecnologie nelle PA, ma manca pianificazione per l'eGovernment.
    L'Istat ha presentato il 3 novembre 2010 i risultati della rilevazione sulle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (ICT) nelle Amministrazioni pubbliche locali, svolta nell’ambito del sistema delle statistiche sulla Società dell’Informazione, che tiene conto sia degli orientamenti comunitari sia delle esigenze conoscitive nazionali in materia.
  • Il 19 febbraio 2010 il Consiglio dei Ministri ha approvato il nuovo Codice dell'Amministrazione Digitale, uno dei pilastri su cui poggia il disegno di modernizzazione e digitalizzazione della Pubblica Amministrazione. Come riportato in una nota del Governo, le principali novità riguardano:
    • riorganizzazione delle pubbliche amministrazioni attraverso l'istituzione di un ufficio unico responsabile delle attività ICT, la razionalizzazione organizzativa e informatica dei procedimenti, l'introduzione del protocollo informatico e del fascicolo elettronico;
    • semplificazione dei rapporti con i cittadini e con le imprese attraverso l'introduzione di forme di pagamenti informatici, lo scambio di dati tra imprese e PA, la diffusione e l'uso della PEC, l'accesso ai servizi in rete, l'utilizzo della firma digitale, la dematerializzazione dei documenti e l'arricchimento dei contenuti dei siti istituzionali in termini di trasparenza;
    • sicurezza e lo scambio dei dati attraverso la predisposizione, in caso di eventi disastrosi, di piani di emergenza per garantire la continuità operativa nella fornitura di servizi e lo scambio di dati tra PA e cittadini.
  • Rapporto Censis 2009
    Il 4 dicembre 2009 è stata presentata a Roma la 43° edizione del Rapporto Censis (Centro Studi Investimenti Sociali) sulla situazione del Paese, che analizza i più significativi fenomeni socioeconomici.
    Diviso in macrosezioni, il Rapporto sottolinea come di fronte alla crisi gli italiani abbiano risposto sempre con le stesse modalità, riproducendo sempre gli stessi “schemi reattivi”.
    Tra i grandi processi di trasformazione: la complessa ristrutturazione del terziario e il protagonismo del mondo delle imprese.
  • Premio E-GOV 2009 V Edizione
    Il Premio E-GOV premia ogni anno i migliori progetti di innovazione sviluppati dalle Pubbliche Amministrazioni.
    E’ il premio di riferimento per le eccellenze di innovazione tecnologica nella Pubblica Amministrazione. Giunto alla sua V edizione, il Premio E-GOV si è affermato sempre più quale riconoscimento riservato alle Pubbliche Amministrazioni che hanno sviluppato progetti in grado di portare benefici reali a favore delle loro strutture e verso i cittadini-utenti
  • SMAU 2009. Milano 21- 23 OTTOBRE 2009
    In uno scenario di profonda trasformazione economica e competitiva, le tecnologie dell'informazione e comunicazione (ICT) rappresentano, per le imprese italiane di ogni dimensione, una leva strategica fondamentale ma ancora poco sfruttata. Smau, che festeggia quest'anno la sua 46a edizione, si ripropone quale luogo privilegiato di incontro tra fornitori di soluzioni ICT e imprese e pubbliche amministrazioni che le utilizzano e come piattaforma ideale dove approfondire i vantaggi offerti dalle nuove tecnologie.I visitatori di Smau appartengono per metà a imprese e pubbliche amministrazioni e per un'altra metà sono rappresentati da operatori del settore ICT (canale). Per ognuno percorsi di visita guidata tra gli spazi espositivi del salone, i migliori contenuti indipendenti e i più bei casi di successo italiani: le persone giuste con cui parlare, le tecnologie giuste con cui lavorare.
  • Pubblicato il Piano triennale per l’informatica della P.A.
    E’ stato pubblicato il Piano Triennale per l’ICT 2009-2011 prodotto nell’anno 2008
  • Europe's Semantic Interoperability Centre
    SEMIC.EU è una nuova iniziativa della Commissione Europea per fornire un supporto allo scambio di dati dei progetti sull'eGovernment pan-europei.
  • Commissione per la gestione del flusso documentale e dematerializzazione
    Si segnala che nel sito del Ministro per le Riforme e le Innovazioni nella P.A. con decreto del ministro Nicolais è stata istituita la "Commissione per la gestione del flusso documentale e dematerializzazione".
    La Commissione ha operato in stretto raccordo con la "Conferenza permanente per l'innovazione tecnologica", prevista dall'art. 18 del "Codice dell'Amministrazione digitale" e ha quindi elaborato una "Proposta di regole tecniche in materia di formazione e conservazione di documenti informatici".
  • Un progetto finanziato dall'Unione Europea propone nuove soluzioni per oltrepassare le barriere per il progresso dell'eGovernment in Europa
    Un progetto di ricerca europeo sul tema "barriere per l'eGovernemnt" condotto dall'Oxford Internet Institute (OII), University of Oxford, ha identificato le barriere principali per far ottenere successo all'eGovernment in Europa. Il report offre delle indicazioni per superare, dal punto di vista organizzativo e legale, tali barriere.
  • Cnipa, "Innovazione" è on line
    "InnovAzione", il periodico cartaceo del Centro nazionale per l'informatica nella pubblica amministrazione, è diventato una "webzine", cioè una rivista on line. Da canale di comunicazione monodirezionale, quale è stato sino ad oggi, InnovAzione si trasforma in strumento di informazione e partecipazione, attraverso il quale gli amministratori pubblici potranno informarsi e, al contempo, affermare la propria opinione, dialogare, proporre. Sul nuovo sito InnovAzione - raggiungibile all'indirizzo http://innovazione.cnipa.gov.it - si parlerà di tutto ciò che può interessare gli amministratori pubblici orientati ad innovare le procedure di lavoro, oltre ai modi per offrire servizi ai cittadini, alle imprese ed alle altre amministrazioni.
  • Al via i lavori della Conferenza permanente per l'innovazione tecnologica
    Sono iniziati i lavori della Conferenza permanente per l'innovazione tecnologica prevista dal Codice dell'Amministrazione digitale.
  • Lo sviluppo dei servizi di eGovernment consentirà all’UE di realizzare notevoli risparmi, sostiene la Commissione
    Il piano d’azione, pubblicato il 25 aprile 2006 e chiamato «Piano d’azione per l’eGovernment i2010: accelerare l’eGovernment in Europa a vantaggio di tutti», si ispira alla dichiarazione ministeriale adottata dalla Conferenza ministeriale sull’eGovernment tenutasi a Manchester nel novembre 2005, che ha formulato chiari obiettivi in termini di benefici diffusi e misurabili conseguibili entro il 2010 grazie all’eGovernment.
  • Il Consiglio dei Ministri approva integrazione Codice Amministrazione Digitale
    Destinato a scomparire il "pellegrinaggio burocratico" di cittadini ed imprese, sollevati dal dover acqui-sire ed esibire certificati grazie all’interconnesione di tutti gli uffici pubblici, centrali e locali.
  • Aspetti legali e commerciali della firma digitale
    La Commissione Europea ha pubblicato uno studio che analizza gli aspetti legali e commerciali della firma digitale. Tale studio nasce dall'esigenza di monitorare l'impatto che la firma digitale ha avuto in questi settori dopo la direttiva 1999/93 emanata dal Parlamento e dal Consiglio Europeo.
  • e-Government: e' iniziata la seconda fase.
    Con una dotazione di 209,5 milioni di euro e sette linee d’azione è pronta a partire la seconda fase del processo di e-Governemt per la PA.La nuova fase, che prenderà il via in autunno, è stata definita a un tavolo congiunto dei rappresentanti del Governo e delle Amministrazioni locali, ossia le 20 Regioni, le 103 Province, 360 Comunità Montane e 8.100 Comuni. Il decollo avverrà con una dotazione di 209,5 milioni di euro di risorse statali e, soprattutto, con una novità che fa ben sperare per il successo del progetto di ammodernamento innovativo e digitale del Paese: per la prima volta Governo, Regioni, Province, Comuni e Comunità Montane sono in grande sintonia e hanno una "visione condivisa" dell’e-Government.
  • Il nuovo sito Buoniesempi.it
    E’ un'iniziativa del Dipartimento della Funzione Pubblica e del Formez sviluppata nell'ambito del nuovo programma Cantieri per il cambiamento delle Amministrazioni Pubbliche.
    Raccoglie le esperienze innovative e i progetti di successo delle Pubbliche Amministrazioni (Amministrazioni Centrali, Regioni, Province, Comuni, Comunità Montane, Unioni di Comuni, Istituti Scolastici, ecc.) allo scopo di valorizzarle e consentirne la condivisione e la diffusione.
    La banca dati è in continua evoluzione.